AGGIORNAMENTI NORMATIVI PER IL BIOGAS – COVID-19

Pubblicato il 29.04.2020

AGGIORNAMENTI NORMATIVI - covid-19

I provvedimenti economici del Governo contro l’emergenza Covid-19, ha introdotto degli aggiornamenti sul Decreto Legge Cura Italia, anche per il biogas.

 

Le novità introdotte dal Decreto sono:

 

  • INCENTIVI PER IMPIANTI BIOGAS FINO A 300 kW

Visto il protrarsi della situazione emergenziale in corso, il Decreto ha posticipato ulteriormente al 30 settembre 2020 la pubblicazione del bando per accedere agli incentivi previsti nel 2020 per gli impianti di produzione di energia elettrica alimentati a biogas, con potenza elettrica non superiore a 300 kW. Il termine previsto precedentemente era il 30 giugno.

 

  • POSSIBILITÀ DI UTILIZZO DI LATTE, PRODOTTI E DERIVATI DAL LATTE NEGLI IMPIANTI BIOGAS

Sempre in relazione all’emergenza in corso, il Decreto ha previsto che le Regioni e Province autonome possano agevolare attraverso apposite disposizioni temporanee l’uso del latte, dei prodotti e derivati del latte negli impianti di digestione anaerobica siti nel proprio territorio regionale, derogando, limitatamente al periodo di crisi, alle procedure di autorizzazione previste per l'uso e la trasformazione delle biomasse. Agli imprenditori agricoli è consentito, previa autorizzazione dell'Autorità sanitaria competente, l'utilizzo agronomico delle acque reflue addizionate con siero.

 

  • PROROGA VALIDITÀ AUTORIZZAZIONI

Tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi, compresi i termini di inizio e di ultimazione dei lavori, in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020, conservano la loro validità per i successivi 90 giorni dalla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza.
La disposizione si applica anche: alle segnalazioni certificate di inizio attività, alle segnalazioni certificate di agibilità, alle autorizzazioni paesaggistiche e alle autorizzazioni ambientali, al ritiro dei titoli abilitativi edilizi comunque denominati rilasciati fino alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza.