Impianto agricolo

agricolo

IMPIANTO AGRICOLO

La produzione di energia elettrica e termica da biomasse è rientrata negli anni a tutti gli effetti come attività agricola.

Grazie agl’incentivi, un impianto biogas può rappresentare una forte integrazione di reddito per l’agricoltore incrementando la multifunzionalità dell’azienda agricola, consentendo loro di fare profitti ed investire nell’ammodernamento ecologico dei sistemi produttivi.

Gli impianti agricoli possono avere potenzialità differenti in base alle dimensioni dell’azienda agricola, vanno dai 60kW fino ai 1000kW e oltre.

Dato che ciascun cliente ha esigenze diverse,  abbiamo studiato un impianto agricolo in grado di gestire differenti tipologie di biomasse dalle deiezioni alle colture dedicate fino ad arrivare ai sottoprodotti, questo per garantire una maggiore flessibilità al cliente nella fase di gestione dell’impianto, dove negl’anni potrebbe mutare la miscela di alimentazione.

Oggi gli impianti biogas più incentivati sono proprio quelli agricoli fino ai 300 kW, con una tariffa base di 236 € per MW/h.

TIPOLOGIA impianto biogas  agricolo

VANTAGGI IMPIANTO AGRICOLO
  • Incremento del reddito per l’azienda agricola.
  • Riduzione anidride carbonica in atmosfera.
  • Sostituzione fonti fossili con fonti rinnovabili.
agricolo8

LEGENDA:
  1. Fermentatore
  2. Vasca di alimentazione
  3. Tramoggia alimentazione biomassa solida
  4. Accumulatore pressostatico
  5. Skid trattamento biogas/riscaldamento fermentatore
  6. Cogeneratore
  7. Torcia di sicurezza
  8. Locale quadri – Servizi
  9. Separatore
  10. Concimai stoccaggio frazione solida digestato
  11. Vasca stoccaggio digestato
- Esempi di possibili miscele d’alimentazione per PICCOLI E MEDI IMPIANTI -
Agricolo